Un web assembleario è possibile?

Si, l'ossessione con l'asssemblearismo sarà una di quelle cose di questo decennio di cui rideremo nei prossimi decenni. O magari, sarà il tormentone degli anni venti di cui rideremo negli anni trenta. Un pò come le parole con la “a” accentata finale negli anni 2000', il global/local degli anni '90, il “privato e/in politico” degli anni '80 e via così.

Semplifichiamo: per assembleario intendiamo quel processo decisionale sussidiario, in cui il locale decide sul globale e non vice-versa, e che vede nell'assemblea la sua unità fondamentale. Un'organizzazione assemblearia è divisa in diverse assemblee che decidono con mezzi democratici e di consenso, confrontano le loro opinioni tra loro ed arrivano ad una sintesi comune. Già è confusa mentre la scrivo, chissà quanto ci dura.

Ad ogni modo, pare che vada così di questi tempi. Ho una teoria che coinvolge un po' di matematica e botanica. Le piante organizzano strutture frattali quando si trovano di fronte sistemi caotici o stocastici, come il vento. Per affrontarli, si affidano a piccole strutture che si “federano” spazialmente tra di loro, come le foglie nell'immagine all'inizio di questo articolo. Stiamoci: il futuro è di organizzazioni distribuite in cui ogni diramazione locale si comporta in maniera sostanzialmente autonoma dal resto. Sembra che la cosa funzioni meglio nel turbinio di eventi, identità liquide e relazioni instabili di cui si compone la società contemporanea.

La domanda è: abbiamo gli strumenti informatici per affrontare tutto questo? E la risposta è si. Ma anche no. Il punto è che c'è un gran fiorire di strumenti, strumentini, programmi e programmini in grado di farti fare una mailing list, un sito, calendari, eventi, diffusione. Ma un mezzo in grado di rispondere alle esigenze di autorganizzazione no, quello non esiste ancora.

Ovviamente mi ci ha fatto pensare questa storia di mastodon.

Ah, a proposito. Prima non me lo cagavo troppo, devo essere sincero. Da quando ho litigato con gli anarchici non faccio che andarci. Se solo sapessero quanto sono funzionale alla loro missione non mi disprezzerebbero tanto.